Tutto sull'A.I.A.P. - A. I. Amici del Presepio: solo presepi!

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tutto sull'A.I.A.P.

Associazione

La storia dell'AIAP


Vi proponiamo, ovviamente per sommi capi, una breve storia dell’Associazione, anno per anno, dalla sua fondazione ad oggi.
Dai resoconti sono stati esclusi i Convegni nazionali, ricordati a parte; vengono citate solo le Assemblee Generali istitutive dell’Associazione o che portarono alla nascita dello Statuto, e in seguito quelle in cui venne rinnovato il Consiglio Direttivo.
Le Sezioni vengono ricordate nei primi anni dell’Associazione, quando iniziarono a formarsi: il crescere del loro numero, rende in seguito impossibile, in questa sede, la loro citazione.
Delle migliaia di Presepi artistici e Mostre realizzati in cinquant’anni dall’Associazione, si riportano quasi esclusivamente gli allestimenti curati dalla Sede Nazionale, e anche di questi solo i principali, non essendo possibile dare spazio a tutte le innumerevoli iniziative delle nostre Sezioni o di singoli Soci.

A tutti gli Amici che, in qualunque veste, hanno onorato l’Associazione con le loro opere, vada il nostro più sentito ringraziamento. Si è ritenuto giusto e doveroso inserire in queste cronache anche il ricordo di alcuni Amici scomparsi, tutte figure di primo piano nella storia dell’Associazione. L’elenco è sicuramente incompleto, per carenza di spazio, per difetto di informazione o per semplice, involontaria dimenticanza, della quale sin d’ora ci scusiamo.

28 Novembre 1953 - Assemblea costitutiva Amici del Presepio
Volantino fondazione Amici del Presepio

Seleziona il decennio che ti interessa!

1953-1962  <>  1963-1972  <>  1973-1982  1983-1992  <>  1993-2002  <>  2003-2012


< 2013-2021 >


 

"Consideriamo un grande dono poter chiamare a raccolta i vecchi e i nuovi Amici per celebrare il nostro Giubileo. E se, in tanti anni, attorno al nostro Sodalizio si è raccolta la simpatia di illustri e autorevoli persone, pensiamo che lo scopo e il significato della celebrazione abbiano già avuto la più alta consacrazione.
E da questa consacrazione abbiamo ragione di trarre gli auspici più preziosi e più sicuri per la nostra attività futura.
Perché il nostro pur festoso ricordo non avrebbe significato né scopo, se dovesse segnare soltanto un ricordo e non anche un proposito; se dovesse esser soltanto l’atto di chiusura di un periodo, pure ricco di attività, e non anche un festoso atto inaugurale di un nuovo periodo di più ampia e feconda attività."



Con queste parole, Angelo Stefanucci, fondatore dell’Associazione, apriva il volume speciale dedicato ai venticinque anni dell’Associazione stessa, nel 1978. Il suo auspicio troverà piena attuazione nei successivi decenni di vita associativa.

Torna ai contenuti | Torna al menu