12 gennaio 2020: Battesimo del Signore

Battesimo del Signore del Perugino
Battesimo del Signore, opera del Perugino

La meditazione di Padre Giuseppe nel giorno in cui si festeggia il Battesimo di nostro Signore.

 

BATTESIMO DEL SIGNORE GESU’

Anno A – Mt 3,13-17

12 gennaio 2020

 

Il Padre manifesta la missione del Figlio

 

Sulle rive del Giordano, Giovanni Battista predica la conversione dai peccati, necessaria per accogliere il regno di Dio. Anche Gesù scende nell’acqua, insieme con la folla, per farsi battezzare. Il battesimo, per i Giudei, era un rito penitenziale, per riconoscere i propri peccati e iniziare una vita nuovs.

Il battesimo che riceve Gesù non è solo di penitenza, ma è la manifestazione del Padre, insieme allo Spirito Sant, della missione del Figlio. Gesù viene proclamato «Figlio diletto». Su di Lui si posa lo Spirito che lo investe della missione di Profeta, destinato ad annunciare la salvezza. Riceve la missione di Sacerdote, ed è l’unico sacrificio accetto al Padre. E’ Re, perché il Messia atteso come Salvatore.

Nel battesimo di Gesù Cristo c’è il nostro battesimo. Nati e vissuti nella fede della Chiesa, i cristiani devono riscoprire la grandezza e le esigenze della vocazione battesimale. C’è la manifestazione del preveniente amore del Padre, la partecipazione al mistero pasquale del Figlio, la comunicazione di una nuova vita nello Spirito.

Il sacramento del battesimo ci pone in comunione con Dio, integrandoci nella sua Famiglia. Un saluto a tutti voi “amici del presepio”.

Gloria, Pax et Fraternitas.

 

Giuseppe Cellucci O.M.I.

Coordinatore Nazionale Assistenti Ecclesiastici AIAP