13 gennaio 2019: Battesimo del Signore

Il Battesimo di Cristo - dipinto di Leonardo Da Vinci
Il Battesimo di Cristo – Leonardo Da Vinci

La meditazione di Padre Giuseppe nel giorno in cui si festeggia il Battesimo di nostro Signore.

BATTESIMO DEL SIGNORE GESU’
Anno C – Luca 3,15-16; 21-22
13 gennaio 2019

Tu sei il Figlio mio, l’amato

Queste sono le parole pronunciate da Dio Padre nel momento in cui il Cristo, per essere battezzato, si lascia scivolare nelle acque del fiume Giordano, insieme al popolo. Il battesimo dell’uomo-Gesù è la conferma del Natale del bambino-Gesù. Egli, mettendosi in fila con noi, ci rivela quanto il fuoco della vita divina sia disposto a giocarsi con la terra della nostra umana realtà. Dio, nel suo desiderio di comunione con noi, è pronto a scendere e inginocchiarsi per raggiungerci dove ci hanno condotto i sentieri tortuosi della vita.

Al termine del tempo liturgico natalizio chiediamoci quanto la comunione che Dio, nel mistero dell’Incarnazione, ha stabilito con noi sia penetrato nei nostri cuori e abbia plasmato il nostro modo di vivere. Siamo veramente coscienti e consapevoli di essere diventati “eredi per la vita eterna”, come San Paolo afferma nella lettera a Tito che leggiamo nella liturgia? L’incarnazione del Verbo nella nostra umanità, contemplata e celebrata in questo tempo, esprime il dono che abbiamo avuto per immergerci nella potenza d’amore di Dio.

Signore Gesù, figlio amato del Padre, fa che ci riconosciamo eredi di una parola d’amore che tu continui a rivolgerci, e che riceviamo nella nostra sofferta complessità di vita. Donaci sempre la grazia di una vita in comunione con te e fra noi.

Amici tutti del presepio, un caro saluto con il motto Gloria et Pax, al quale mi permetto di aggiungere… et Fraternitas.

P. Giuseppe Cellucci O.M.I.
Coordinatore Nazionale Assistenti Ecclesiastici AIAP