A Boville Ernica, il Presepio più antico del mondo

Foto: ciociariaturismo.it

Si tratta del sarcofago paleocristiano conservato nel duomo di San Pietro Ispano.

La città di Boville Ernica (Frosinone), inserita a pieno titolo tra i Borghi più belli d’Italia, può vantare nel suo millenario patrimonio archeologico-artistico un Presepe risalente al IV secolo d.C., scolpito a rilievo sul coperchio di uno splendido sarcofago paleocristiano.

Trovato nel 1941 in località Sasso, sito di una villa romana ancora tutta da scoprire, è custodito dal 1947 nella Chiesa di San Pietro Ispano.

Oggi lo possiamo ammirare nella cappella laterale a destra del presbiterio.

L’alzatina del coperchio, scandita in tre parti, presenta significative scene tratte dal Vecchio e Nuovo Testamento.

Nel settore a destra, il più antico presepe al mondo, articolato in due momenti: la Natività di Gesù, con i pastori, e la sua Epifania, con i re Magi che stanno per giungere presso la capanna a compiere l’Adorazione del Bambino.

La stella cometa, fissata al tetto della capanna, è stata al centro degli studi innovativi di Teodoro Brescia dell’Università di Bari che l’ha individuata nella costellazione celeste al momento del concepimento di Gesù: la scoperta è stata rilanciata dai media con servizi televisivi alla Rai (TG3 Leonardo e Voyager, andate in onda nel 2016).

L’archeologa Elisa Canetri, autrice del volume “Il sarcofago paleocristiano di Boville Ernica”, pubblicato a cura del Comune nel 2003, sostiene che il sarcofago, databile tra il 330 e il 350 d.C., è un unicum nell’ambito storico, artistico e religioso.

Ad esso spetta davvero un posto di alto rilievo nel patrimonio culturale di noi tutti.

News completa su: https://www.ciociariaturismo.it/


Per chi invece ama il mistero, si può cimentare nella lettura del libro di Teodoro Brescia che svela il mistero della Stella dei Magi: la mappa astronomica incisa sul sarcofago paleocristiano, che ritrae la volta stellata nella mezzanotte dell’avvento di Gesù.