A Palermo, una delle sette chiese intitolate ai Re Magi

decoro all'interno della Chiesa dei Tre Re a Palermo - Foto Balarm.it
Un decoro all’interno della Chiesa dei Tre Re a Palermo – Foto Balarm.it

La Chiesa dei Tre Re a Palermo, un patrimonio da proteggere.

Dovremmo pregiarci di possedere una delle pochissime chiese in Europa intitolate ai Re Magi. Ne esistono soltanto altre cinque in Italia e due in Germania.

Già bombardata nel 1943, l’incuria, l’abbandono e il vandalismo hanno preso il sopravvento su questo monumento dalle antiche origini e dalla storia gloriosa.

La Chiesa “de santi Tre Re dell’Oriente” fu edificata nel 1545 dal Senato palermitano in via del Celso, ad angolo con via Montevergini, sulla preesistente chiesa di San Giorgio Lo Xheri.

Nel 1580 il Senato concesse la chiesa alla Compagnia dei bottegai di frutta secca, che la dedicò ai propri patroni: i Tre Re. Il rifacimento della struttura avvenne a metà del XVIII secolo, ad opera dell’architetto Francesco Ferrigno.

I portali, molto belli, di epoca cinquecentesca… L’interno è magnifico e luminoso, a navata unica, in cui è presente una cripta e con stucchi di Procopio e Giovan Maria Serpotta.

L’affresco della volta che rappresenta il Trionfo dei Re magi è di Vito D’Anna, come i dipinti ai lati dell’abside incorniciati in stucco oro e bianco. La pala d’altare del 1585 di Simone De Wobrek dell’Adorazione dei Magi adesso è custodita al Castello Ursino di Catania.

News completa su: https://www.balarm.it/