Battesimo di Gesù

BATTESIMO DI GESU’ -13 gennaio 2013

Il nostro battesimo (Lc 3,15-16.21-22)

Il testo evangelico della festa di oggi ci conduce sulle rive del Giordano dove  Giovanni  Battista, il Precursore del Messia, annuncia il regno di Dio. Nella sua predicazione egli suggerisce di accoglierLo con la conversione.

Una conversione che ci libera dall’egoismo dei peccati.

Sulle rive del Giordano c’è anche Gesù, in mezzo alla folla, che scende nell’acqua per farsi battezzare. Il suo sarà un battesimo straordinario: c’è la manifestazione del Padre e la discesa dello Spirito Santo che gli darà un preciso significato.

Questo fatto ci fa comprendere che il sacramento del battesimo è una preveniente manifestazione dell’amore del Padre. Partecipazione al mistero pasquale del Figlio, comunicazione di una nuova vita nello Spirito.

Nel rito del battesimo accogliamo il Regno di Dio. Nati e vissuti nella fede della Chiesa, tutti abbiamo bisogno di riscoprirne la grandezza e le esigenze della vocazione battesimale.

Il battesimo fa dell’uomo un membro vivo del Corpo di Cristo, e lo pone in comunione con Dio. E’ un passaggio dalla solidarietà nel peccato alla solidarietà nell’amore.

Oggi, anche se la rapida trasformazione della società rende ancor più difficile l’educazione della fede, bisogna vivere il proprio battesimo con  un’approfondita conoscenza e pratica della Sacra Scrittura.

Dice San Gregorio Nazianzeno  “Cristo nel Battesimo si fa luce, entriamo anche noi nel Suo splendore. Cristo riceve il battesimo, inabissiamoci con Lui per poter con Lui salire alla gloria. Gesù sale dalle acque e porta con sé in alto tutto intero il cosmo”.

Auguro a tutti, in questo Anno della Fede, di percorrere un cammino di fede nella riscoperta del vero significato del proprio personale Battesimo, e la fedeltà alle promesse battesimali.

Gloria e Pace.

Giuseppe Cellucci O.M.I.

Assistente  Ecclesiastico A. I. Amici del Presepio