Dove realizzare il Presepe in casa?

Alcuni consigli utili su come trovare la miglior collocazione in casa per il nostro Presepe.

Articolo di Maurizio Parise tratto da “Il Presepio” n. 197 del mese di marzo 2004

Quanti di noi prima di cimentarsi nella realizzazione del Presepe devono fare i conti con le ridotte superfici delle nostre case? E’ allora che interviene la fantasia… L’angolo della televisione: potrebbe essere perfetto, un bel Presepe che, inglobando la stessa, consentirebbe di seguire le trasmissioni e, alzando lo sguardo, di contemplare… L’ingresso: sarà un piacere osservare lo sguardo degli amici che nell’aprire la porta si sorprenderanno di cotanto cimento… Il bagno di servizio: ne faremo a meno questo Natale, lo si potrà occupare tutto, rimuovere la porta, fare una cornice, e avere un vero allestimento con cascate d’acqua, tanto c’è già la rete idrica con gli scarichi.

Lo confesso le ho provate tutte… Ma da diversi anni il mio Presepe ha trovato una collocazione che non ruba spazio alla casa.

Dal balcone di casa si può apprezzare un bellissimo panorama: i monti della Sila, uno sfondo perfetto con neve vera, luna vera che sorge, tanti paesini della presila e, ahimè, qualche antenna trasmettitrice.

Maurizio Parise

Ho realizzato una struttura tipo box in legno (vedi figura sopra) da assemblare sul balcone; avendo la parete posteriore in plexiglass (2), mi consente di sfruttare il bel panorama (1) come sfondo del Presepe. La struttura è ben collegata allo stipite del balcone con tasselli, le ante vengono rimosse e conservate altrove, la serranda (3) può chiudersi come un sipario e la mattina, quando la sollevo, vedo sempre uno spettacolo diverso, dipende dalle condizioni del tempo.

La Nascita trova collocazione su di un piano inferiore rispetto al resto del Presepe; pertanto, attraverso una nicchia (4) anche quando la serranda è chiusa, la parte più importante del Presepe rimane sempre in vista.

I due scontenti di casa di questa soluzione sono:Fox, il mio cane, e Nora, mia moglie. Il primo però ha riacquistato la possibilità di poter uscire sul terrazzo mediante una porticina (5) che lo soddisfa.

La seconda invece continuerà anche questo Natale a brontolare per la mancanza dello stenditoio più grande, ma, dopo tutto, senza il suo continuo rimprovero non mi sembrerebbe Natale.