Festa della Santa Famiglia

LA SANTA FAMIGLIA -30 dicembre 2012

Famiglia, piccola Chiesa (Lc 2, 41-52)

Oggi celebriamo la festa della Santa Famiglia di Nazareth.

Vorrei scrivere qualche  riflessione sull’importanza della famiglia cristiana nella società. E profittando dell’occasione denunciare le continue devianze conclamate nei riguardi della famiglia. Ma so che non è questo lo spazio adatto. Determinati contenuti andrebbero, invece, svolti nel contesto di un relativo convegno di studi. Così ho scelto  di riportare qualche passaggio dal discorso che Papa Paolo VI  fece il 5 gennaio 1964 quando, recandosi in visita in Terra Santa, celebrò l’Eucarestia nella basilica di Nazareth.

Il Papa tra l’altro disse: «La casa di Nazareth è la scuola dove si è iniziati a comprendere la vita di Gesù, la scuola del Vangelo. Qui si impara ad osservare, ad ascoltare, a meditare, a penetrare il significato profondo e misterioso della manifestazione semplice, umile e bella del Figlio di Dio.

«Qui tutto ha una voce, tutto ha un significato. Oh! come volentieri vorremmo ritornare fanciulli e metterci a questa umile e sublime scuola di Nazareth! Quanto ardentemente desidereremmo ricominciare, vicino a Maria, ad apprendere la vera scienza della vita e la superiore sapienza delle verità divine! Oh, silenzio di Nazareth, insegnaci ad essere fermi nei buoni pensieri, intenti alla vita interiore, pronti a ben sentire le segrete ispirazioni di Dio e le esortazioni dei veri maestri».

Espressioni  importanti e illuminanti di Paolo VI. Ecco qualche altra frase: «Qui comprendiamo il modo di vivere in famiglia. Nazareth ci ricordi cos’è la famiglia, cos’è la comunione di amore, la sua bellezza austera e semplice, il suo carattere sacro ed inviolabile; ci faccia vedere com’è dolce ed insostituibile l’educazione in famiglia, ci insegni la sua funzione naturale nell’ordine sociale».

Buona festa della Santa Famiglia a tutte le vostre famiglie!

Giuseppe Cellucci O.M.I.

Assistente  Ecclesiastico A. I. Amici del Presepio