I Domenica di Avvento: la meditazione di Padre Giuseppe

I DOMENICA AVVENTO
29 novembre 2015
Un  germoglio giusto (Ger 33,14-16)

 

La liturgia di questa Prima domenica di Avvento (ciclo C) parla di una parola annunciata da Dio stesso. Una parola certa nella quale si annuncia  un “germoglio giusto” che nascerà in mezzo al popolo. Da questo germoglio fiorirà una nuova vita per il popolo e, attraverso di Lui, verrà la grazia per tutti.

Dio semina la Sua Parola (il Verbo) tra l’umanità. Il Suo Verbo prende carne umana e venendo ad abitare in mezzo a noi. Questo è il profondo significato della solennità del Natale di Nostro Signore Gesù Cristo che, tra meno di un mese, vivremo insieme nelle comunità cristiane e nelle famiglie.

Prepariamoci con attenzione a questa Venuta. Non abbiamo paura di far vedere ed esternare la nostra fede. Non lasciamoci intimorire da quelle solite persone ignoranti e presuntuose –penso non siano credenti- che ogni anno continuano a impedire nell’ambito scolastico, e forse per paura di dare la propria personale testimonianza, che si rinnovino e ripresentino le “nostre” tradizioni religiose natalizie. Questo modo di fare non è certo accoglienza del Verbo fatto carne.

Buon Avvento a tutti.

Gloria e Pace.

 GIUSEPPE CELLUCCI O.M.I.

Coordinatore degli Assistenti Ecclesiastici