II domenica di Quaresima – 17 marzo 2019

La Trasfigurazione, dipinto di Giovanni Bellini, Napoli, Galleria Nazionale di Capodimonte
La Trasfigurazione, dipinto di Giovanni Bellini. Galleria Nazionale di Capodimonte (NA)

“Questi è il Figlio mio, l’eletto; ascoltatelo”. La Trasfigurazione di Gesù, nella meditazione di Padre Giuseppe.

II DOMENICA DI QUARESIMA
Anno C – Luca 9,28-36
17 marzo 2019

Questi è il Figlio di Dio

Oggi, continuando a seguire Gesù nel nostro cammino quaresimale, dal deserto ci rechiamo fino al monte della preghiera.

Qui il Signore Gesù si trasfigura, e la sua veste diventa candida e sfolgorante. E tutto avviene davanti agli apostoli Pietro, Giacomo e Giovanni, mentre Mosè ed Elia conversano con Gesù.

Una voce dal cielo dice: “Questi è il Figlio mio, l’eletto; ascoltatelo”. Essa conferma la rivelazione della figliolanza di Gesù e la sua autorità.

La Trasfigurazione si collega alla rivelazione del Sinai, dove Dio fa alleanza con Israele e dona la Legge come espressione di vita e di pace.

Ma gli apostoli rischiano di attendersi da Gesù un regno meraviglioso, religioso sì, ma di ordine temporale. Mentre Gesù rivela ai suoi apostoli in che modo si compirà l’opera messianica.

Egli sarà glorificato, ma solo dopo la sua risurrezione, passando attraverso la sofferenza e la morte.

Oggi, nel mondo, il cristiano è un segno di contraddizione. E il cristiano che accetta integralmente il messaggio del Vangelo di Gesù, e lo mette in pratica, è anche lui un essere trasfigurato.

Un augurio di una Santa Quaresima a tutti voi, cari “Amici del Presepio”

P. Giuseppe Cellucci O.M.I.
Coordinatore Nazionale Assistenti Ecclesiastici AIAP