II Domenica dopo Natale: la meditazione di Padre Giuseppe

II DOMENICA DOPO NATALE
3 gennaio 2016
In Lui era la vita (Gv 1, 4)

 

Davanti al presepio, restando sempre nella contemplazione, continuiamo il nostro cammino di fede. Oggi, con l’ascolto del Prologo di S. Giovanni, possiamo avvicinarci al mistero dell’Incarnazione per contemplare e lodare il Bambino Gesù. Se continuiamo a camminare nella fede conosceremo di più il grande mistero della salvezza.
Ha scritto Papa Francesco: «Maria è colei che sa trasformare una grotta per animali nella casa di Gesù, con alcune povere fasce e una montagna di tenerezza» (Evangelii Gaudium, 286). Guidati dalla sua tenerezza di Madre ci rechiamo dal Bambino Gesù, per ricevere uno sguardo e in sorriso di tenerezza.
Resti nel cuore e aumenti in noi la speranza di veder inondata di luce, “quella che illumina ogni uomo” (Gv1,9), la vita di ciascuno del nostro prossimo.
Gloria e Pace a tutti,
carissimi Amici del Presepio.

P. GIUSEPPE CELLUCCI O.M.I.
Coordinatore degli Assistenti Ecclesiastici dell’Associazione Italiana Amici del Presepio