Il “monumentale” Presepio di carta di Vito D’Anna

Presepio di carta realizzato da Vito D'Anna - Esposto al Museo Diocesano di Caltanissetta nel 2014/2015 - Foto: Arte.it
Presepio di carta realizzato da Vito D’Anna – Esposto al Museo Diocesano di Caltanissetta nel 2014/2015 – Foto: Arte.it

Pittore siciliano del ‘700, considerato il caposcuola del Rococò palermitano.

Il Presepe di Carta è l’unico presepe settecentesco presente in Italia.

Realizzato dall’artista palermitano Vito D’Anna tra il 1765 e il 1769, è composto da circa duecento figurine accuratamente disegnate su cartoncino, dipinte a tempera e ritagliate dall’artista stesso.

A rendere il tutto ancora più reale e vivo è il gioco di luci ed ombre e l’inserimento nel Presepe di Carta di elementi realistici dell’architettura romana antica.

Nato a Palermo nel 1718, iniziò il suo percorso artistico ad Acireale presso la bottega di Pietro Paolo Vasta.

Tornato a Palermo sposò la figlia del pittore Olivio Sozzi e subito partì per la Capitale, dove frequentò la bottega del pittore Corrado Giaquinto.

A Roma ebbe la possibilità di incontrare molti artisti e di apprendere tutto ciò che gli permise di acquistare maggior fama.

Ritornò a Palermo, dove nella sua Sicilia divenne il maggior esponente del periodo tardo barocco.

Il Presepe di Carta fu realizzato per i frati Filippini dell’Olivella che lo esponevano nel periodo natalizio nell’area del presbiterio della chiesa di Sant’Ignazio a Palermo.

Dopo vent’anni, in cui esso venne esposto solo due volte a Palermo, fu esposto al Museo Diocesano di Caltanissetta dall’8/12/2014 all’8/01/2015, approfittando della magica atmosfera natalizia.

News completa su: https://www.siciliabella.eu/