IV domenica di Avvento

IV domenica di Avvento -11 dicembre 2011

Meditare (Lc 1,26 – 38)

Ancora una settimana ed eccoci arrivati alla festa del Natale, tanto cara ai piccoli e anche ai grandi.

Giorni fa abbiamo iniziato la Novena natalizia  che ci aiuta a vivere meglio questi ultimi giorni di attesa. Oggi dalla liturgia giungono ancora degli inviti a preparare meglio il nostro cuore. E’ in esso che vuole nascere Gesù. Quando e in che modo questo accade ce lo spiega il Vangelo stesso parlando della Beata Vergine Maria.

La vediamo presente nella sua casa, partecipare al solenne e misterioso momento dell’Annunciazione. Ella, la promessa sposa di Nazaret, con atteggiamento di umile obbedienza al progetto di Dio, e in totale abbandono dice il suo “Sì” e permette la realizzazione di un disegno particolare, quello della salvezza per l’umanità e tutta la creazione.

L’angelo Gabriele, messaggero celeste, fa risaltare l’immacolatezza di Maria. Osservando e ascoltando questa giovane donna che, con accennato timore si concede al progetto di Dio, restiamo tutti pieni di stupore.

Ella contempla in sé l’inizio di una nuova vita, quella di Suo Figlio.

Questa contemplazione-meditazione invita anche noi a fare altrettanto.

Ma prima chiediamoci: come Lo incontriamo e conosciamo il Cristo? In che modo la Madre dell’Avvento ci indica la strada? L’angelo Le dice: “Ecco concepirai”, e suggerisce di non avere alcuna paura sia per l’aspetto fisiologico che per quello psicologico.

Nel cuore di Maria i dubbi scompaiono e Lei passa dall’ascolto all’ubbidienza. Da Lei sgorga un atto di fiducia nella Vita, e invita tutti ad aver fiducia in Cristo, la nostra Vita.

Buona  Novena del Santo Natale.

Giuseppe Cellucci O.M.I.

Assistente  Ecclesiastico A. I. Amici del Presepio