La festa per i 25 anni della Sede di Giarre

Sede di Giarre - 25 anni - 5 febbraio 2020

Sede di Giarre - 25 anni - 5 febbraio 2020L’Associazione Italiana Amici del Presepio – Sede di Giarre ha festeggiato il suo 25° anniversario della sua fondazione.

 

Il 5 febbraio 2020, l’Associazione Amici del Presepio – Sede di Giarre ha raggiunto un importante traguardo nella sua storia; i 25 anni dalla sua fondazione, ad opera di Salvatore Camiolo.

Sede di Giarre - 25 anni - 5 febbraio 2020Per l’occasione, il 9 febbraio, è stata organizzata una giornata dedicata proprio a questo importante traguardo, che ha visto la partecipazione, sentita ed emozionata, di tutti i Soci appartenenti alla Sede giarrese e di quanti si sono voluti unire a questo momento di gioia, che ha avuto come nucleo fondamentale la Celebrazione Eucaristica presieduta dall’assistente ecclesiastico, nonché Arciprete della Chiesa Madre, Don Antonino Russo.

Durante la preghiera dei fedeli si è voluto ricordare come l’arte presepiale sia strumento di contemplazione del mistero storico-salvifico dell’Incarnazione di Cristo.

Sede di Giarre - 25 anni - 5 febbraio 2020 - camioloA conclusione della Celebrazione si è proceduto alla lettura della lettera di auguri, inviata dal Presidente Nazionale Alberto Finizio che ha dedicato alla realtà del Museo del Presepio di Giarre e alla stessa Associazione queste significative parole: «Cari Amici, è con immenso piacere che voglio condividere con voi la gioia per il prestigioso traguardo che la Sede di Giarre raggiunge oggi: i venticinque anni di fondazione. Naturalmente alla gioia e alla soddisfazione si accompagna l’augurio perché questo sia solo un primo passo nel lungo cammino della Sede, divenuta un punto di riferimento non solo per la Sicilia ma per tutta l’Italia e non solo, visti i rapporti che avete avuto la capacità di stringere anche con Associazioni e amici del Presepio esteri».

Sede di Giarre - 25 anni - 5 febbraio 2020 - camiolo e signora battistoniAlla Santa Messa è seguito un momento di fraternità e di condivisione, che si è concluso con il taglio della torta e con un appassionante discorso del Direttore responsabile del Museo, Salvatore Camiolo a cui è stata donata una bellissima Natività realizzata da Titina Passari Battistoni, con la tecnica del patchwork senza ago, che ha voluto sottolineare quanto sia importante portare avanti e con coraggio, le attività svolte in tutti questi anni e che ciò si può fare soltanto attraverso l’impegno di tutti.

Il Segretario, Vincenzo Serra.