La Santa Famiglia

SANTA  FAMIGLIA -26 dicembre 2010

In Famiglia (Mt 2, 23)

Quest’anno, subito subito il giorno dopo Natale, celebriamo la domenica della Santa Famiglia.E la viviamo stando ancora “in famiglia”, stretti e legati tutti dal calore degli affetti familiari. Infatti la gioia di sentirsi famiglia caratterizza la liturgia odierna. La famiglia è il risultato dell’amore tra sposi, tra genitori e figli.

Guardando, e contemplando, la Sacra Famiglia viene spontaneo chiederci: ma che cosa è davvero la famiglia?E’ una domanda alla quale bisogna rispondere con sollecitudine. Ci vengono in aiuto i testi della Parola di Dio che, nella prima lettura, ci riporta una serie di sentenze che parlano dei punti fermi di una saggezza e di uno stile di vita in un ambiente in cui i figli sono invitati al rispetto dei genitori, e all’accoglienza dei loro consigli.

Nella seconda lettura, presa dalla lettera ai Colossesi, S. Paolo traccia un programma di vita: vivere in armonia, accettarsi nelle proprie differenze, perdonare i torti reciproci, sforzarsi di diffondere gioia. E il Vangelo parla della Santa Famiglia di Nazareth obbligata a fuggire in Egitto, e al suo ritorno in galilea si stabilisce a Nazaret. Il vangelo dice che Gesù sta sottomesso ai genitori. Maria conserva ogni cosa nel suo cuore, mentre Giuseppe compie quanto gli chiede l’angelo ubbidendo  così al disegno di Dio.

In conclusione vi ricordo che la Chiesa italiana, per il piano pastorale dei prossimi 10 anni, ha scelto il tema “Educare alla vita buona del Vangelo”. Saranno dieci anni dedicati all’educazione, e nel considerare la società nella progettazione del suo futuro. Speriamo di poterlo vivere sempre in un clima familiare giusto e sano.

Auguri a tutte le famiglie: giovani o anziane. Auguri ai genitori e ai figli, ai nonni e ai nipoti. Auguri sereni a tutti per il nuovo anno che sta per iniziare.

Padre Giuseppe, detto “PiGi