La sede di Messina 2014

Nel programmare le attività per il nuovo anno, abbiamo pensato di realizzare un’opera da esporre nella mostra natalizia, che potesse essere d’effetto e attrarre l’attenzione dei visitatori. Decidiamo di costruire un grande presepe stile ‘700 napoletano con pastori da 30 cm vestiti, che commissioniamo all’artista partenopeo Aniello Gaudino. Dopo un lavoro protrattosi per tutto l’anno, il risultato è un presepe di grande impatto. L’ambientazione è quella tipica del ‘700, dove gli elementi principali sono: il tempio pagano diroccato sotto cui è sistemata la Sacra Famiglia, l’annuncio dell’angelo ai pastori, dove c’è il richiamo evidente al testo evangelico, e la taverna dove i commensali gustano le vivande sapientemente esposte. Il Presepe è da ritenersi ancora non completo, e ci prefiggiamo di arricchirlo ulteriormente anche con l’aggiunta di altri pastori, che per ragioni soprattutto economiche, non abbiamo potuto inserire.

Sempre con l’intento di migliorare e rinnovare l’edizione della mostra 2014, prendiamo contatto con l’amico Guido Raccagni Presidente della sede di Cividino (BG), per valutare la possibilità di avere dei diorami da esporre nella nostra rassegna Alla fine l’iniziativa va a buon fine, sono state otto le scene che, dopo un viaggio di circa 1200 Km.!, sono approdate al Palazzo Arcivescovile sede della mostra. Si sono ottenuti due risultati, a mio giudizio importanti: il confronto tra le due “scuole” presepistiche e il rinnovo dell’esposizione.

A tagliare il nastro della IX Mostra di Arte presepiale venerdì 12 dicembre, è stato il Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana On. Giovanni Ardizzone. Oltre alle novità di cui vi ho già parlato, la rassegna ha visto la partecipazione dell’Associazione Amici del Museo con l’esposizione di una collezione di antichi pastori di produzione messinese (1700-1800) e un bambinello in cera di fine ‘800.

Spero che questa collaborazione possa proseguire anche nelle prossime edizioni, visto l’interesse dei visitatori verso queste opere, che dimostrano come la tradizione del presepe sia molto antica e radicata nel nostro territorio.

Originale l’idea dell’amico Andrea Gugliandolo, artista scultore, che ha realizzato una formella in terracotta raffigurante la Natività, le cui copie sono state donate a tutti gli espositori in occasione della cerimonia di chiusura della mostra.

Anche se la più importante, la mostra non è stata la sola attività che ci ha visto impegnati durante l’anno.

Siamo stati occupati anche nella realizzazione del corso di arte presepiale, che si è tenuto nel mese di Marzo, che ha registrato, come al solito, una buona partecipazione.

Diversi i presepi e diorami realizzati dai nostri soci: “Ricerca d’alloggio” e “Gesù con i fanciulli” di Antonio Valenti, “Natività orientale” e “Natività nella cascina” di Peppe Spadaro e Francesco Versace, “Natività orientale” di Carmelo Sturiale, Presepe stile Napoletano di Attilio Villani, Presepe stile orientale di Giusi Mastroieni, Presepe stile popolare di Antonio Calabrese, presepe stile orientale di Antonio Costantino.

Natale 2015 sarà la “X Mostra di Arte Presepiale”, da quando viene allestita nei chiostri del Palazzo Arcivescovile, speriamo di poter realizzare un’edizione all’altezza della ricorrenza. A tal proposito, mi piace concludere riportando un commento lasciato sul registro dei visitatori nella scorsa edizione:  “Complimenti a tutti gli artisti che con le loro opere ci emozionano ogni anno! Senza questa mostra manca qualcosa al Natale nella nostra città! Continuate e grazie.”

Il Presidente Gigi Genovese