LA SEDE DI S. SEVERO 2014

E siamo al punto del “fatto questo è fatto quello”.

È sempre un po noioso fare un elenco di quello che si è fatto, ed ancora di più è triste pensare a quello che si sarebbe potuto fare e che invece per motivi vari non si è fatto.

Certo che in un gruppo come il nostro, dove oltre alla vita di sede condividiamo anche le nostre vite private, le vere vittorie non sono quelle di essere riusciti a fare determinate attività ma essere riusciti a stringerci intorno all’amico che non è stato bene in salute, o all’amica in attesa che ci ha fatto trepidante per lei e per la piccola aldilà delle simpatie personali.

Alla fine passiamo tanto di quel tempo insieme, nei periodi di maggior lavoro andiamo in sede 3 o 4 giorni a settimana e certe volte anche più.

E quando la sera andiamo via siamo sempre pronti a prenderci in giro o dialogare tramite Facebook o whatsapp.

La disponibilità degli amici va ben oltre la sede, ogni uno mette a disposizione degli altri quello che sa fare o la propria competenza professionale.

Per quel che riguarda le attività svolte bene o male son sempre le stesse.

Terminata la mostra 2013 abbiamo provveduto allo smontaggio e subito siamo ripartiti, dopo la celebrazione dell’apertura del nuovo anno sociale, con i nuovi lavori.

Organizzazione del corso, che quest’anno, a titolo sperimentale, abbiamo variato come impostazione.

Partiti anche subito con la realizzazione degli accessori presepiali, di piccoli oggetti e piccoli presepi per il nostro mercatino,unica fonte di introito per noi insieme alla estrazione di alcuni presepi e alle esigue offerte del pubblico.

Purtroppo come dico sempre “anche quest’anno ringraziando il Signore non ci sono mancate le difficoltà” evidentemente ci fanno da sprone.

Il problema principale è sempre il locale espositivo e quest’anno abbiamo penato più del solito.

Tanto che in un primo momento avevamo abbandonato l’idea di realizzare un presepe grande. Idea ripresa solo a fine ottobre e che ci ha portato a realizzarlo veramente in tempo record e tra l’altro abbiamo dovuto realizzarlo nella nostra sede che per quanto grande sia non ci ha permesso di vederlo assemblato prima.

Non sono mancati neanche quest’anno momenti ludici passati insieme,qualche festa, qualche uscita.

Tanto lavoro ed eccoci pronti per la nostra ormai storica apertura dell’otto dicembre con 57 presepi in mostra per un totale di 36 espositori.

In mostra presso il Palazzo Liberty in piazza N. Tondi  vi sono presepi di varie dimensioni e tecnica diversa tra i quali alcuni quadri, 4 diorami ed un presepe di grandi dimensioni (circa 10 metri quadrati) realizzato dai nostri soci come lavoro comunitario.

La mostra aperta dal 8 dicembre al 6 gennaio 2015 ha riscosso anche questa volta un largo consenso di pubblico, grazie anche alla comoda e centrale posizione della location

Quest’anno grazie al sacrificio ed alla tenacia dei soci siamo presenti in varie manifestazioni. Infatti nostri presepi sono visibili anche:

Alla mostra della sede di Candela –Sant’Agata.

Alla mostra realizzata presso il Castello di Monte Sant’Angelo.

Ad una nostra piccola mostra realizzata nel comune di Torremaggiore presso la Chiesa Madre di San Nicola, ove, oltre a svariati presepi è in mostra anche uno di grandi dimensioni.

Dal 13 di dicembre in una piccola mostra allestita presso le cantine Cipriani di San Severo.

Presenti anche il 20 e 21 dicembre presso la biblioteca comunale di Apricena nell’ambito di una mostra mercato dell’artigianato locale.

Inoltre nella Parrocchia di Maria SS della Libera, sede della nostra associazione sono visibili 3 diorami, dei quali uno di grandi dimensioni.

Durante la mostra abbiamo realizzato la celebrazione ormai tradizionale della benedizione dei Gesù Bambino che quest’anno è stata abbinata ad una raccolta di fondi (un biscotto per Cotiakou) per comprare del materiale didattico in favore dei bambini della missione che si trova in Benin, mentre abbiamo sospeso per quest’anno il concorso di presepi in famiglia.

Certo che quest’anno tra le varie mostre e partecipazioni né è  passata veramente tanta di gente davanti ai nostri presepi.

Non male per un gruppo di persone che fanno questo solo per passione, senza sponsor, senza mai chiedere aiuti economici a nessuno e dove nessun socio paga una tessera se non simbolica.

Dove ogni socio si è fatto carico della realizzazione della propria teca per le esposizione.

E adesso ancora con la mostra in atto il pensiero va al 2015, dobbiamo festeggiare in modo adeguato il nostro ventennio idee tante, ma si dovrà vedere quali sarà possibile realizzare.

Volevo ringraziare tutti i soci, anzi gli amici, per la loro perenne disponibilità, qualsiasi cosa ci sia da fare in sede.

Siamo diventati bravissimi, riusciamo oramai a fare allestimenti e smontaggi a tempo di record e tenendo presente che la maggior parte dei soci sono esponenti del gentil sesso (le nostre presepiste-facchini-cuoche) scusate se è poco.

Il nostro problema più grande è sempre stato la “ricerca dell’alloggio”, non poteva essere diversamente per dei presepisti.

La continua ricerca, anno per anno, di un locale che possa ospitare la nostra manifestazione.

Si riparte!!

Il Presidente