LA SEZIONE DI ASCOLI PICENO 2014

 

Terzo anno di attività per il nuovo gruppo dirigente, della sezione diocesana di Ascoli Piceno.

Nei mesi di giugno e luglio ci sono state due udienze da parte del Vescovo di Ascoli, insediatosi poco prima nel maggio 2014. Mons. Giovanni D’ Ercole ha ricevuto una abbondante ventina di presepisti, divisi negli incontri di giugno e luglio. Si è parlato di attività da svolgere nei prossimi anni, tra la Curia e la locale Sezione della Associazione Italiana Amici del Presepio.

In collaborazione con la Curia vescovile, per il secondo anno consecutivo è stato allestito un Corso. Articolato in tre lezioni, si sono tenute in altrettante località. Organizzata insieme alla locale Parrocchia la prima c’ è stata domenica 5 ottobre a Quintodecimo, con i relatori Aldo Chiaromonte ed Oreste Martellini. Essi si sono ripetuti sei giorni dopo a Palmiano, dove si è tenuta la seconda lezione ospitata dal Segr. sezionale Marcello Testa. Rivolta agli appassionati della città di Ascoli, nella parrocchia di S. Giacomo della Marca domenica 13 ottobre si è avuta la terza tenuta dal maestro Antonio Merlettini.

Come in passato due sono state le gite a Napoli, programmate in date diverse per venire incontro alle esigenze dei numerosi interessati del mercato di S. Gregorio armeno. Sabato 25 ottobre grazie al socio Giuseppe Brandimarti, da Offida è partito il primo torpedone. Un secondo si è mosso da Palmiano, sabato 15 novembre; prima di fare i tradizionali acquisti presepistici, è stata effettuata una interessante visita a Castel dell’ Ovo.

Il 30 novembre I domenica di Avvento, si è tenuta la interprovinciale festa del presepista giunta alla IX edizione. Stavolta è stata curata della nostra Sezione in collaborazione con la Curia vescovile, ha chiamato a raccolta per la prima volta in Ascoli i presepisti delle tre sezioni marchigiane. Nella romanica chiesa di S. Gregorio Magno per l’ occasione è stata inaugurata un mostra, a cui ha fatto seguito la Messa celebrata dal Vicario diocesano Mons. Emidio Rossi. La mostra poi nelle settimane seguenti è stata completamente riallestita, per offrirla diversa ai visitatori durante il periodo natalizio.

Ma veniamo alle mostre tradizionali, organizzate in sede locale. Giunta alla IXXX edizione, quella “Città di Ascoli” è stata messa in piedi dai Soci coordinati da Rino Sabatini; al concorso ad essa collegato nella parrocchia di S. Giacomo della Marca, hanno partecipato decine di opere giunte anche da fuori provincia. Altra mostra la XVIII “Quintodecimo: presepi in un paese da presepio”, messa in piedi dall’ intraprendente Parroco e da alcuni volontari; richiama sempre tanti visitatori anche da fuori regione, essendo oramai un

appuntamento di rilievo nazionale. Quella di Palmiano nel 2014, è arrivata alla VIII edizione; la novità di quest’ anno è rappresentata dal fatto che essa non sia stata allestita al chiuso, bensì con percorso itinerante per il paese.

Come ogni anno la Curia propone due iniziative, entrambe seguite da don Giampiero Cinelli. Il concorso presepistico prevede, sia una valutazione di qualità espressa da una giuria di esperti che una classifica generata da preferenze attraverso internet; la seconda manifestazione, è “Natale in un clik”.