L’AIAP da l’ultimo saluto a due grandi Amici

 

L’Associazione è in lutto. Piange la scomparsa, avvenuta nelle ultime ore, di due grandi Amici: due splendide persone, alle quali ci legava un profondo affetto, due innamorati del Presepio al quale hanno dedicato tutta la loro vita.

Giacomo Scuri, di Villa di Serio, ci ha lasciato a 80 anni. Era Socio dal 1992. Presenza costante dei nostri Convegni e in generale di ogni manifestazione presepistica, era un valente maestro del Presepio nonché il promotore della bella mostra che ogni anno si organizza a Scanzorosciate. Malgrado qualche problema di salute e l’atmosfera di incertezza che avvolge ormai da mesi il futuro nostro e delle esposizioni natalizie, Giacomo era comunque al lavoro per il Natale 2020: il suo entusiasmo per il Presepio e la sua passione non gli consentivano di arrendersi, nemmeno davanti alle oggettive e probabilmente insormontabili difficoltà che sono sotto gli occhi di tutti noi.

 

Giacomo Scuri
Giacomo Scuri

Era molto preoccupato, quando furono sciolte le Sezioni associative per lasciare il posto alle Sedi. Decise di non compiere quel passo che avrebbe comportato molti adempimenti burocratici, ma, chiudendo la sua Sezione, ci manifestò il timore di non poter più esporre il logo associativo. Naturalmente lo rassicurammo in merito: nemmeno l’Associazione poteva rinunciare a lui, e il logo AIAP Giacomo lo portava impresso nel cuore.

Altrettanto possiamo dire di Riccardo Perucchetti: era con noi dal lontano 1972, e in occasione del Convegno di Tremezzina, due anni fa, fu premiato con una targa speciale per la sua lunga militanza associativa. In quell’occasione, malgrado qualche difficoltà a muoversi (alla tenera età di 90 anni!) volle essere presente per ritirare di persona la targa.

Riccardo Perucchetti
Riccardo Perucchetti

E ancora quell’anno organizzò una mostra di Presepi di carta nella sua Rho: i Presepi di carta, la sua grande passione! Quanti ne ha collezionati, e a quanti ha dato vita ritagliandoli e montandoli in allestimenti sempre originali e di gusto squisito. Avremo modo di ricordare Giacomo e Riccardo più ampiamente sulle pagine della nostra rivista.

Ora, nell’esprimere la nostra vicinanza affettuosa ai familiari dei nostri Amici, vogliamo dedicare a entrambi un piccolo, grande tributo, affidandolo proprio alla voce di Riccardo Perucchetti. Riccardo era stato attore, e aveva partecipato a diverse, importanti produzioni cinematografiche e televisive (dallo “Scopone scientifico” con Sordi, allo sceneggiato dedicato nel 1972 dalla RAI a Leonardo da Vinci).

Poche settimane fa, Pier Luigi Bombelli, che era andato a trovarlo, ha raccolto questa sua ultima “interpretazione” dell’Infinito di Giacomo Leopardi: li ricordiamo così, ora che entrambi sono entrati in quell’Infinito che Riccardo declama in questo video (sotto), ringraziando Pier Luigi per averlo voluto condividere con tutti noi.