Prima domenica di Avvento 2018

annunciazione botticelli - avvento

Dipinto “Annunciazione” di Sandro Botticelli conservato nel Metropolitan Museum di New York

La prima domenica di Avvento nella meditazione di Padre Giuseppe.

 

I DOMENICA DI AVVENTO
Anno C – Lc 21, 25-28: 34-36
2 dicembre 2018

 

Vegliate e pregate

Oggi, prima domenica di dicembre, inizia un nuovo anno liturgico. Il vangelo parla dell’ultima “venuta” del Figlio dell’uomo nel mondo creato, quando Egli metterà fine al tempo storico per instaurare il suo “giorno” di gloria. La natività del Signore, che celebreremo il 25 di questo mese, è l’inizio di una storia il cui termine si preannuncia grandioso.

La nascita, l’infanzia e gli anni dell’apostolato di Gesù culminano nella glorificazione dell’umanità in Lui. Una storia che conosce e affronta il dramma della libertà. Un dono dato a ogni uomo con il quale si sceglie di seguire Cristo come discepoli, o di allontanarlo dalla propria vita.

Chi partecipa alla glorificazione di Cristo è colui che Gli resta fedele, anche nella lotta contro il male. Il mondo, nella sua forma attuale, finirà e verranno cieli nuovi e terra nuova, dice Gesù nel vangelo. Prepariamo il nostro incontro con il Signore che viene. E accogliamo l’invito della liturgia: Vegliate e pregate.
Buon Avvento a tutti voi “amici del presepio”. Gloria, Pax et Fraternitas.

P. Giuseppe Cellucci O.M.I.
Coordinatore Nazionale Assistenti Ecclesiastici AIAP