Prima domenica di Quaresima 2020

Duccio di Buoninsegna - Gesù tentato sul monte_risultato

Tempera su tavola di Duccio di Buoninsegna

La meditazione di Padre Giuseppe per la prima domenica di Quaresima 2020.

 

I  DOMENICA QUARESIMA – Anno A

1 MARZO 2020

 

Adora il Signore Dio tuo

 

La prima domenica di Quaresima celebra lo scontro vittorioso di Cristo sul Maligno e l’adesione alla volontà del Padre. Dopo il battesimo al Giordano Gesù è condotto dallo Spirito, per essere tentato, nel deserto. Un tradizionale luogo di prova e intimità con Dio. E’ da ricordare che, al tempo dell’Esodo nel deserto, il popolo d’Israele conobbe la tentazione e ne risultò sconfitto.

Cristo, nuovo Israele, nello stesso luogo esce vincitore di Satana. Con raffinata abilità il tentatore fa balenare a Cristo il miraggio di un facile messianismo: le suggestioni del potere, del prestigio e della ricchezza. Un episodio sconcertante. Non si tratta neppure di una narrazione a scopo edificante, ma di un racconto-chiave che presenta la condizione umana nella quale Gesù vive la sua relazione con il Padre.

Ma la scelta di Cristo è inequivocabile. Con un triplice: «Sta scritto…» mostra che la sua vita scorre all’ombra della divina Parola. Suo cibo è la volontà del Padre. Se Cristo avesse eluso la povertà della condizione umana e avesse percorso la scorciatoia del successo facile, non sarebbe stato autenticamente uomo, né Figlio di Dio. Anche ogni cristiano deve fare i conti con la prova della sua fede.

Giuseppe Cellucci O.M.I. – Coordinatore Nazionale Assistenti Ecclesiastici AIAP