Primo gennaio 2018: “Vergine Maria, Madre di Dio”

Vergine Maria - Sassoferrato (National_Gallery,_Londres,_1640-50)Padre Giuseppe per il primo gennaio 2018: “Maria custodiva tutte queste cose, metitandole nel suo cuore”.

 

 

MADRE DI DIO
Anno B – (Lc 2, 19)
(1 gennaio 2018)

 

 

“Maria custodiva
tutte queste cose,
meditandole nel suo cuore (Lc 2, 19)”

Al centro dell’ottava del Santo Natale troviamo la Vergine Maria, la figlia di Sion, la Madre di Dio, da sempre invocata e osannata lungo i secoli, e venerata ovunque nei santuari a Lei dedicati.
San Luca dice che Ella “custodiva” queste cose. Ma di quali cose si tratta? E come le custodiva? Sono i fatti, gli avvenimenti, le parole ricevute dall’Angelo, con il Mistero dell’Incarnazione che nel suo grembo ha trovato carne. La meditazione di questi fatti, segni ed espressione della Parola di Dio, è stato l’atteggiamento presente e costante nella vita di Maria.

Nella liturgia bizantina così canta un inno natalizio: “che cosa ti offriremo Cristo? Tu per noi sei apparso uomo sulla terra. Ciascuna delle creature da te fatte ti offre il rendimento di grazie: gli angeli, l’inno; i cieli, la stella; i magi, i doni; i pastori, lo stupore; la terra, la grotta; il deserto la mangiatoia. Ma noi ti offriamo la Vergine Madre”. In questa parola è nascosta ogni relazione d’amore che apre alla vita, ogni azione che si nutre del dono di sé, che fa maturare e crescere la vita in sé e negli altri.

Esprimo tanti auguri di benedizione per tutti, affinché in questo nuovo anno riusciamo a rallegrarci dei doni di Dio e sappiamo vedere Lui presente tra noi.
Gloria, Pax et Fraternitas con un buon Anno Nuovo a tutti i lettori.

P. Giuseppe Cellucci O.M.I.
Coordinatore Nazionale Assistenti Ecclesiastici AIAP