Quarta domenica di Avvento 2018

Visitazione - innagine di Raffaello Sanzio

La quarta domenica di Avvento 2018: ” Benedetta tu, o Maria, fra le donne ” nella meditazione di Padre Giuseppe.

IV DOMENICA DI AVVENTO
Anno C – Luca 1,39-45
23 dicembre 2018

Benedetta tu, o Maria, fra le donne.
La liturgia di quest’ultima domenica di Avvento, anti-vigilia del Natale, ci invita a contemplare il mistero di Maria. La visita di Maria, giovane madre in attesa, all’anziana cugina Elisabetta mamma di Giovanni Battista, rientra in uno dei “racconti dell’infanzia”. Elisabetta saluta Maria acclamando: “Benedetta tu, fra le donne”. Un’anziana donna, ispirata dallo Spirito Santo, riconosce il meraviglioso disegno di Dio su Maria di Nazareth.

E per ambedue le madri accade un fatto significativo: quando arriva Maria che porta in sé Gesù, Giovanni Battista sussulta di gioia nel grembo di sua madre. L’episodio si conclude con l’esclamazione: “Beata colei che ha creduto!”. La verginità di Maria è una purezza totale che coinvolge tutto il suo essere, fino nelle sue più intime fibre. Elisabetta sembra aver percepito questa realtà in Maria, chiamandola Madre del Salvatore. Scossa da un istinto che le viene dallo Spirito Santo, e rispondendo a tale grazia, Maria concepisce la sua vita come un abbandono in Dio della sua anima e del suo corpo. Tutto come un dono più totale, puro e senza compromessi.
La maternità di Maria suppone l’adesione al mistero di Gesù nella sua vita terrena. Dire sì a Dio nella fede, anche nelle circostanze più sconcertanti. è un cammino sicuro per realizzare il nostro destino. Oggi, al termine del cammino d’Avvento, ripetiamo “vieni Signore Gesù”. E a tutti voi, cari amici del presepio, Gloria, Pax et Fraternitas.

P. Giuseppe Cellucci O.M.I.
Coordinatore Nazionale Assistenti Ecclesiastici AIAP