Quinta domenica di Quaresima 2020

Resurrezione di Lazzaro - Caravaggio -

Resurrezione di Lazzaro – Caravaggio

La meditazione di Padre Giuseppe per la quinta domenica di Quaresima 2020.

 

V DOMENICA DI QUARESIMA – Anno A 

29  marzo  2020

 

Cristo, la nostra risurrezione!

I temi delle domeniche precedenti convergono nella celebrazione odierna: Gesù, sorgente dell’acqua viva e della luce, è Colui che conferisce la vita a chi crede in lui. Cristo è la Vita. Chi accoglie la sua Parola e aderisce alla sua Persona è in grado di spezzare il dominio della morte. Questo Gesù lo sottolinea nella risurrezione di Lazzaro, segno profetico della Sua risurrezione.

I diversi attori della scena: Marta e Maria, i discepoli, i presenti, sono tutti condotti da Gesù a compiere un passo di fede. Cioè riconoscere nella Sua opera la rivelazione del Dio vivente. Chi ha questa fede possiede già quella vita che si manifesterà nella risurrezione finale.

La risurrezione di Lazzaro è anche segno della nuova creazione e nuova alleanza. Per questo i battezzati, radicati in Cristo Vita nel mondo, sono chiamati ad essere promotori di vita. Con le loro scelte, nell’immenso cantiere umano, spingono la storia verso cieli nuovi e terre nuove. Anche se la civiltà attuale sembra un’accelerazione verso la decadenza e la dissoluzione, tuttavia la speranza cristiana afferma un mondo nuovo: la potenza di Dio, infatti, si è rivelata vincitrice in Cristo. Così tutti, morti al peccato ma vivi per Dio, siamo chiamati a vivere secondo lo Spirito. 

Giuseppe Cellucci O.M.I. – Coordinatore Nazionale Assistenti Ecclesiastici  AIAP