Sede AIAP di Atessa: il 2020 in breve

Ripercorriamo insieme le attività svolte dai nostri Amici della sede di Atessa nel 2020.

È trascorso un altro anno, un anno particolare che purtroppo resterà nella storia come l’anno della pandemia, l’anno del Covid, che tutti speriamo di debellare nell’arco di questo 2021 appena iniziato. Sono saltati tutti i programmi e le iniziative che tutte le sedi d’Italia avevano in programma, musei chiusi, mostre chiuse, niente convegni, niente assemblee. Ma nonostante tutto noi della sede di Atessa siamo riusciti con passione e voglia di fare a rendere Atessa anche quest’anno la città dei presepi.

Ripercorriamo l’anno con le tappe fondamentali: a gennaio abbiamo chiuso con “Festeggiamo il presepe” l’anno precedente e iniziato il nuovo anno con la festa in collaborazione con tutte le scuole di Atessa.

A febbraio, stimolati dalla nostra banca cittadina, la B.C.C., presentiamo richiesta al governatorato del Vaticano la possibilità di donare il presepe che ogni Natale ospita Piazza San Pietro. La richiesta era per il 2022 in concomitanza della donazione dell’albero natalizio della vicina cittadina di Rosello.

Ad aprile riceviamo la risposta che il 2022 era già assegnato ma se volevamo il primo anno disponibile era il 2026. Inoltriamo un’ulteriore richiesta di accettare tale data. Il 27 maggio riceviamo la gradita notizia dell’assegnazione per offrire l’allestimento del presepe in Piazza San Pietro per il Natale dell’anno 2026. Tutti i soci sono felici ed entusiasti della notizia consci delle difficoltà ma sicuri di riuscire con impegno ed entusiasmo.

Nel mese di luglio e a seguire a settembre riusciamo ad organizzare due corsi presepistici, uno teorico e l’altro pratico con un numero contingentato di partecipanti. I corsi sono stati tenuti dall’amico Giovanni Roselli, seguito e apprezzato dai partecipanti, dal tema “La lavorazione del polistirene”.

Ad agosto, sempre nel rispetto delle norme anticovid, riusciamo a riunirci in assemblea dove discutiamo e deliberiamo tutti i punti all’ordine del giorno. Affrontiamo per la prima volta l’argomento del presepe in Piazza San Pietro e con immenso piacere riceviamo il messaggio vocale di augurio del nostro concittadino Monsignore Luciano Suriani, nunzio apostolico a Belgrado, artefice dell’assegnazione del progetto. Molto gradito anche il messaggio del nostro caro e stimatissimo Padre Giuseppe.

A settembre, per la prima volta la U.O.R. Abruzzo si incontra a San Salvo, nuova sede abruzzese. L’Abruzzo conta 5 sedi e sono presenti i presidenti e i delegati di tutte le sedi. Trascorriamo insieme una bellissima giornata e doverosi sono i complimenti all’amico presidente Alfonso Buccigrosso e a tutti i soci.

Il covid prepotentemente ritorna pericoloso, ma come già detto, nonostante tutto, riusciamo a realizzare presepi all’aperto in tutte le piazze di Atessa, in tutte le chiese, in ospedale e altri scorci del paese. Il museo è chiuso ma in collaborazione con l’INNER WHELL, sede di Atessa realizziamo una visita virtuale, un’esperienza bellissima e molto gradita sui social, tanto da raggiungere un alto numero di visualizzazioni. Ringraziamo per l’iniziativa l’Inner Whell e l’emittente Abruzzo web. Un segnale di gioia e di augurio siamo riusciti a darlo. Gesù bambino aiutaci a superare tutto, che il Natale 2021 sia più splendido di quello appena passato.

Concludo con un saluto di benvenuto ai nuovi soci: Luigi Carinci, Maria Cattafesta, Samuele Iovacchini e Nisio Pellegrini: grazie di essere entrati a far parte della nostra bella famiglia presepistica.

Il Presidente Vincenzo Cicchitti.