Sede AIAP di Tremezzina: il 2019 in breve

logo sede aiap tremezzina 2019Relazione sulle attività svolte nel 2019 dall’Associazione Italiana Amici del Presepio sede di Tremezzina (CO).

 

Il 2019 per la sede di Tremezzina è iniziato con lo smontaggio della mostra del convegno 2018, che ha riservato un raddoppio dei visitatori rispetto all’edizione del Natale precedente (+111%).

relazione sede tremezzina 2019 - sala riunioni nuova sedeMentre smontavamo la mostra abbiamo ricevuto una piacevolissima sorpresa: per incentivare il nostro lavoro (e anche per premiarci dei risultati del convegno) l’Amministrazione comunale ha deciso di metterci a disposizione uno dei locali utilizzati per il mercatino del convegno per trasformarla nella nostra nuova sede. E che sede!

Ci siamo insediati nella vecchia biblioteca, abbiamo dato una rinfrescata alle pareti (erano già parzialmente “blu AIAP”!), abbiamo implementato l’impianto elettrico, costruito due grandi tavoli da lavoro, riassortito gli scaffali, allestito un angolo riunioni, decorato la parete con un grande presepe su tela ed installato un presepio aperto del nostro amico Guido Raccagni che avevamo acquistato anni fa, per ricordarci chi ci ha spinti a costituire il gruppo e che, sicuramente, ci sprona e ci protegge dall’alto.

relazione sede tremezzina 2019 - corso con florisAd aprile eravamo già pronti per l’inaugurazione! Prima dell’inaugurazione, ad allestimento ultimato abbiamo deciso di farci un regalo, per premiare i soci che per mesi avevano lavorato ininterrottamente prima ai presepi ed all’organizzazione, poi agli allestimenti del convegno e infine alla sede.

relazione sede tremezzina 2019 - corso con florisAbbiamo deciso di organizzare per nostri soci un corso intensivo di due week end con l’amico Antonio Floris che, oltre a metterci a disposizione le sue conoscenze, ci ha dato l’occasione per stare insieme come una grande famiglia, applicando nuove tecniche realizzative ma soprattutto confrontandoci e divertendoci stando spalla a spalla. La nuova sede è stata un’ulteriore botta di vita per tutti i soci (soprattutto i pensionati!) che l’hanno trasformata in un luogo di lavoro e soprattutto di ritrovo.

Per la prima volta abbiamo iniziato e realizzare i nostri lavori stando insieme, estendendo l’incontro fisso del mercoledì sera a quasi tutti i pomeriggi in cui chi ha un attimo libero si ritrova nella sede e porta avanti il proprio lavoro, confrontandosi con gli altri.

relazione sede tremezzina 2019 - momento teorico corsoE proprio la nuova sede ci ha portato ad organizzare il nostro primo corso di tecnica presepiale, che ha visto una ventina di iscritti (con addirittura due neopresepisti che partecipavano al corso facendo circa 1 ora e mezza di auto all’andata e lo stesso al ritorno!) i quali in cinque settimane hanno realizzato il proprio piccolo presepio in polistirene inciso, in stile palestinese.

Giugno è stato un mese che ha visto un cambio nella dirigenza della nostra associazione: alla presidenza della nostra sede è stato eletto Luca De Ascentis.

L’estate è volata in un soffio, e mentre finivamo i nostri presepi, abbiamo iniziato a progettare l’allestimento delle mostre, inizialmente promettendoci di non strafare. Ovviamente non è stato cosi, in quanto in corsa abbiamo ricevuto numerose richieste di allestimenti a cui non abbiamo saputo dire di no.

relazione sede tremezzina 2019 - alcuni neopresepisti con opere finiteA coronare l’impegno è arrivata la proposta dell’Amministrazione comunale che ci ha chiesto di aprire la mostra di presepi e diorami presso il museo del paesaggio del lago di Como due settimane prima del previsto, in occasione di un importante simposio sulla destagionalizzazione turistica che avrebbe visto fra i relatori anche il ministro dei Beni Culturali (che purtroppo, a causa dell’emergenza acqua alta a Venezia ha dovuto declinare l’invito qualche giorno prima).

relazione sede tremezzina 2019 - alcuni neopresepisti con opere finiteE quindi a fine novembre in poco più di un’ora sono passate dalle stanze del museo circa 300 persone, principalmente operatori turistici internazionali, che hanno potuto apprezzare le oltre 50 opere esposte provenienti dai laboratori di soci AIAP di tutto il nord Italia. Il tema principale della mostra al museo del paesaggio era “i doni dei magi”, con 13 diorami nella sala principale che raccontavano i vangeli e le leggende che ruotano intorno alla misteriosa figura dei magi.

Il tema dell’allestimento non è stato casuale, infatti il 2019 è stato l’850° anniversario della distruzione di questa zona di lago da parte di Federico Barbarossa che, proprio qualche anno prima, aveva trafugato da sant’Eustorgio le reliquie dei magi donandole al vescovo di Colonia in Germania, e secondo la tradizione e la toponomastica di alcuni luoghi affacciati sul tracciato dell’antica via Regia romana, facendo transitare da queste zone la carovana con i resti mortali dei magi.

Poche settimane dopo abbiamo inaugurato con un grande evento nella serata dell’8 dicembre la mostra “Pastori in cammino – incontro tra la tradizione del presepio napoletano ed il lago di Como con le opere del maestro Giuseppe Ercolano” allestita presso la loggia Segrè della sontuosa Villa Balbianello di proprietà del FAI – Fondo Ambiente Italiano.

relazione sede tremezzina 2019 - cantiere grande presepio innevato_risultatoNella mostra le opere del maestro di Meta di Sorrento che hanno raccontato le scene tradizionali del presepio settecentesco napoletano che si fondevano nel maestoso presepio napoletano ambientato fra le rovine della nostra Isola Comacina contornato dai personaggi tipici del presepio napoletano che si inframezzavano alle figure tipiche della tradizione lombarda e della Tremezzina, la cui scenografia è stata realizzata appositamente dal nostro presidente Luca.

Il tutto accompagnato musicalmente da una particolarissima versione della “ninna nanna del contrabbandiere” messa a disposizione dal nostro concittadino Davide van de Sfroos.

I numeri della mostra sono stati fantastici, oltre il 40% in più di quelli dello scorso anno. A ricordo dell’evento è stata prodotta una pubblicazione che, oltre a raccontare la tradizione del presepio napoletano attraverso le creazioni del maestro Ercolano, illustra magistralmente il grande presepio ambientato sulle sponde del lago. (la pubblicazione è in vendita sul sito web della nostra sede www.amicidelpresepiotremezzina.it).

Siccome non c’è due senza tre, abbiamo voluto portare un po’ di novità anche alla casa dei presepi che da troppi anni non vedeva nuove realizzazioni e, complice la dismissione di un grande presepio degli amici del GAP Stella Cometa, abbiamo deciso di recuperarne alcuni pezzi allestendo un grande presepio innevato nella piccola stalla della nostra casa-museo, con statue realizzate appositamente dalla famiglia De Francesco che ha curato le figure da 4 a 30 cm dell’installazione, la quale nel periodo natalizio ha visto i visitatori fare quarti d’ora di coda per poterlo visitare.

relazione sede tremezzina 2019 - particolare grande presepio innevato

Oltre a questi tre grandi allestimenti, abbiamo raccolto la proposta dei commercianti di una delle vie principali della città di Como, allestendo quattro vetrine con varie tipologie di presepi (diorami, presepio napoletano e presepi di carta e legno dipinto, allestiti con la collaborazione dei nostri amici Pierluigi Bombelli e Fernando Mattaboni), oltre ad allestire un piccolo presepio a villa Panza a Varese su richiesta del Fai ed ad allestire un grande diorama presso la chiesa di san Giacomo a Como, nel cuore della città dei balocchi.

Il periodo natalizio è stato caratterizzato dai turni alle mostre, oltre ad una bellissima improvvisata che la sera della vigilia di Natale ci ha visto riuniti tutti insieme intorno alla tavola per farci gli auguri, insieme come una vera grande famiglia.
I soci della sede AIAP di Tremezzina

relazione sede tremezzina 2019 - gli auguri della vigilia di natale_risultato