Sede AIAP di Messina: Il 2016 in breve

Presepe di Carmelo Samperi

Carmelo Samperi

Nel concludere la relazione dello scorso anno, scrivevo che un appuntamento importante, sarebbe stato il Congresso Internazionale di Bergamo. Infatti, a ottobre, una nostra delegazione ha avuto il piacere di partecipare a questo evento presepistico, che si è dimostrato da subito all’altezza delle aspettative. Tantissimi sono stati i presepi e diorami che abbiamo ammirato nelle varie mostre realizzate dalle tre sedi organizzatrici, ma soprattutto abbiamo avuto la possibilità di incontrare tanti amici con cui scambiare le proprie esperienze.
Chiusa la parentesi del Convegno, entusiasti dell’esperienza vissuta, ci siamo messi subito a lavoro per organizzare il corso di Arte Presepiale, che la nostra sede programma ogni anno. Gli incontri hanno preso il via il 10 novembre con sei lezioni divise in due settimane, riguardanti la costruzione di un presepe orientale con la tecnica del gesso e cenni sulla realizzazione di elementi per il presepe napoletano con la modellazione della cera e la costruzione di pastori stile ‘700.

Presepe di Antonio Calabrese

Antonio Calabrese

Siamo così arrivati all’appuntamento principale dell’anno, ossia la Mostra di Arte Presepiale, che giunge all’undicesima edizione. La rassegna è stata inaugurata sabato 10 dicembre nei Chiostri del palazzo Arcivescovile di Messina, diventata ormai sede storica della manifestazione. Novità di quest’anno una grande vetrina dedicata all’arte del presepe napoletano. All’interno si è potuto ammirare Natività e pastori realizzati con la tecnica del ‘700, costituite da un manichino in stoppa, testa e arti in terracotta e vestiti con stoffe tipiche di quel periodo. Esposte anche vari accessori, come la riproduzione di frutta e carne realizzate in cera, che compongono i banchi di vendita di botteghe e osterie.

Presepe di Antonio Costantino

Antonio Costantino

A offrire inoltre una panoramica degli elementi che compongono il presepe napoletano,  campane di vetro, bracieri, e oggettistica varia. Continua anche quest’anno la collaborazione con l’Associazione Amici del Museo, in questa edizione sono stati esposti antichi bambinelli di cera che si rifanno alla produzione degli artigiani messinesi di fine ottocento. In esposizione anche medaglie votive e letterine di Natale al Bambin Gesù e in una grande teca circolare un centinaio di pastori in terracotta e cruda di produzione messinese di fine ottocento. Grande interesse, specialmente tra i più piccoli ha suscitato il Workshop, dove venivano spiegate dal vivo, le tecniche utilizzate dai presepisti per la realizzazione delle loro opere.
Diverse, anche quest’anno, le nuove realizzazioni tra cui: presepe stile orientale di Antonio Valenti, presepe  popolare di Giuseppe Alì, presepe orientale di Peppe Spadaro e Francesco Versace, fuga in Egitto di Antonio Costantino, presepe orientale di Carmelo Samperi, presepe orientale di Antonio Calabrese, presepe orientale di Gigi Genovese.

 

Presepe di Antonio Valenti

Antonio Valenti

Nel raccontarvi della mostra e dei presepi esposti, il mio pensiero va subito a un assente di questa edizione, il nostro socio Attilio Villani. Fino a qualche mese prima, nonostante la malattia lo tormentasse da parecchio tempo, aveva lavorato, con forza di volontà e amore verso il presepe. Purtroppo l’aggravarsi  non gli ha lasciato più le forze per portare a termine la sua opera e, dopo qualche mese di sofferenze, Attilio ci ha lasciati. Mi piace immaginarlo ora seduto al suo banchetto, nella “Betlemme Celeste”, a costruire uno dei suoi bellissimi presepi napoletani.
Nota dolente di quest’anno è stata l’uso del laboratorio, della scuola che ci ospita. I locali, non sono stati ritenuti idonei, per mancanza dei requisiti di sicurezza. Questa situazione ci ha fortemente penalizzato, poiché è venuta meno la possibilità di lavorare insieme e di confrontarsi, e quindi di rafforzare lo spirito associativo.

 

Presepe di Gigi Genovese

Gigi Genovese

Presepe di Peppe Spadaro e Francesco Versace

Peppe Spadaro e Francesco Versace

Speriamo che il problema si possa risolvere al più presto, magari con l’aiuto delle istituzioni locali, che dovrebbero essere sensibili verso le associazioni come la nostra, che con le iniziative culturali, aiutano a promuovere il territorio.

Gigi Genovese
Presidente A.I.A.P. sede di Messina

 

Presepe di Giuseppe Alì

Giuseppe Alì